AMIN SABER Estate 1998, CPT Pian del Lago, Caltanisetta


AMIN SABER Estate 1998, CPT Pian del Lago, Caltanisetta

Ciò che si sa a proposito del decesso di Amin Saber sono poche e sommarie informazioni. Quello che lo ha riguardato, è stato il primo caso di decesso dopo l’approvazione della legge Turco-Napolitano, e quindi dall’istituzione dei centri di detenzione amministrativa. Essendo trascorsi troppi anni dalla sua morte, di Amin Saber è davvero molto difficile recuperare notizie, ma a dire il vero, forse sull’onda giustificatrice e xenofobia di quegli anni, intrisa
della paura del migrante, il caso di Amin Saber passò quasi in sordina anche nel 1998, anno del suo decesso, se non fosse stato grazie a qualche voce isolata e fuori dal coro ma che era comunque troppo debole rispetto alla potenza mediatica dei canali mainstream.
Nonostante le circostanze sull’accaduto non siano mai state chiarite fino in fondo, quello che conosciamo di Amin Saber, detenuto nel CPT di Pian del Lago a Caltanissetta, è che durante una rivolta nell’estate del 1998, al fine di bloccare un tentativo di fuga di alcuni reclusi, le forze dell’ordine aprirono il fuoco e Amin Saber venne colpito alle spalle da un proiettile.
Come spesso accade in Italia, i proiettili sono vaganti, i grilletti vengono premuti accidentalmente, e le casualità prendono il sopravvento.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *